Beyoğlu

Nel quartiere Beyoğlu respirerete tutto il fascino europeo della belle epoque, fra antichi palazzi e caffè.

Arrivati in piazza Tünel improvvisamente vi ritroverete catapultati in Europa: lasciati alle spalle il canto dei muezzin e gli odori speziati ecco un afflato di art nouveau e di gusto ottocentesco,

A  Beyoğlu si stabilirono le ambasciate dei vari paesi cattolici che portarono con loro la frizzante atmosfera cosmopolita delle grandi capitali, stili di vita europei e costruzioni alla moda che pian piano si sostituirono a vigne, orti e frutteti che da secoli ricoprivano la collina.

Da cuore finanziario di altissimo potere, oggi qui ritroviamo il quartiere più alla moda della città con eleganti negozi di abbigliamento, ristorantini, lounge bar e tanti circoli culturali.

Consigli

  • Per godere al massimo di questa atmosfera d’altri tempi percorrete il viale principale con il pittoresco tram rosso che parte da piazza Tünel e arriva in piazza Taksim.
  • Se di giorno Beyoğlu è ideale per lo shopping e un giro rilassante per negozi, la sera il quartiere si anima di discoteche, locali e una frenetica vitta notturna.
  • Non salite a Beyoğlu la domenica: troverete tutto chiuso.

Da vedere

  • İstiklâl Caddesi è la via principale e pedonale di Beyoğlu: i suoi eleganti palazzi rivelano le tracce del suo glorioso passato ed è un susseguirsi di negozi, bar, ristoranti, gallerie d’arte e musei.
  • Palazzi antichi: Palazzo di Francia, in stile Luigi Filippo, Palazzo d’Olanda. a forma di tempio greco, il Palazzo di Venezia, residenza cittadina dell’ambasciatore italiano, il tribunale di Francia, casa Helbig e casa Camondo, casa Botter in art nouveau, Palazzo di Svezia, Palazzo Corpi e casa Freige.
  • Pera Palas: fu il primo hotel di lusso costruito nel 1892 per i viaggiatori dell’Orient Express. Non solo fu il primo hotel della città ad avere l’elettricità ma fu uno dei centri dello spionaggio internazionale.  Da qui passarono personaggi celebri come Greta Garbo, Sarah Bernhardt, Hemingway, Mata Hari e Agatha Christie che si dice abbia scritto nella camera 411 il celebre romanzo Assassinio sull’Orient Express.
  • Ağa Hammam, uno dei più antichi della città.
  • Mercato del pesce: merita una visita un luogo così affollato e ricco di scorci pittoreschi.
  • Chiesa armena di Üç Horan: secondo la leggenda la tomba del santo Surp Agop, custodita al suo interno, doni la grazie se ci si versa acqua benedetta per tenerla sempre umida.
  • Chiesa di S. Antonio da Padova in stile neo gotico italiano.

I Passages

A riprova dello stile europeo importato a Istanbul, su İstiklâl Caddesi si aprono meravigliosi passage ottocenteschi: sono piccole meraviglie che racchiudono angoli di pura poesia art nouveau, che mostrano la grande influenza francese in questa zona.

  • Passage di Aleppo: nonostante un brutto restauro interno ne abbia parzialmente ridotto il fascino merita una visita per la presenza di ottime botteghe di orafi e per il primo cinema di Istanbul.
  • Passage Atlas: con la sua monumentale scalinata con soffitto a cassettoni ospita cinema e antiquari.
  • Passage Pera: costruito da un architetto francese in onore di un importante banchiere greco divenne il rifugio dei nobili russi in fuga dalla rivoluzione bolscevica che qui vendevano fiori. Oggi è un susseguirsi di eleganti ristoranti. La sua atmosfera retrò vi farà fare un tuffo nel passato con le ampie vetrate, i candelabri e i grandi vasi di fiori. Davvero stupendo!
  • Passage d’Europa: in stile Impero, ricco di specchi, conserva un fascino retrò davvero unico grazie ai mille riflessi e alle statue che ornano le vetrine dei negozi.
  • Passage Crespin: un tempo sede di taverne levantine oggi è la zona delle bancherelle dei librai.
  • Passage Hazzopoulos: costruito dall’omonima famiglia greca, in questa oasi di pace in realtà di respira aria italiana.
  • Passage Orientale: qui si ritrovava la bella borghesia europea negli anni venti, fra caffè alla moda, maioliche e vetrate.
  • Passage dei gatti: sede di tribunali, quotidiani e consolati prende il curioso nome dall’abitudine dei mici del quartiere di ritrovarsi qui nel tardo pomeriggio.
  • Passage Tünel: da questo piccolo ingresso proprio di fronte all’uscita della teleferica, entrerete in un altro mondo, fatto di negozi di antiquariato, librerie e caffè. Uno dei nostri preferiti di Beyoğlu!

Piccoli quartieri, fra caffè e ristoranti

Se rimarrete inchiodati alla via principale vi perderete il fascino nascosto di Beyoğlu.

Infatti il quartiere cela agli occhi dei turisti frettolosi delle micro zone particolarmente suggestive, fatte di vicoletti, passages coperti e scoperti, stradine labirintiche ricche di bancherelle, caffè, ristoranti e tantissimi giovani che animano le calde serate estive.

La Strada Francese

Per un attimo non crederete ai vostri occhi. Ripide stradine con palazzi dai colori pastello, lampioncini in ferro battuto, piccoli balconi fioriti e un clima decisamente francese.

Non state sognando: nel 2004 infatti la strada dietro il Liceo di Galatasaray conosciuta come la Strada Cezayir è stata completamente restaurata da un gruppo di architetti francesi che hanno importato materiali provenienti dalla Francia come pietre originali e lampioni a gas. Il risultato è una bellissima e coloratissima zona ricca di ristorantini e bistrot dove camminare è un vero piacere per gli occhi.

Nevizade Street

E’ considerata una delle zone gastronomiche più famose della città. Qui incontrerete musicisti di strada, venditori di nocciole fresche, romantiche coppiette che passeggiano per strada o mangiano nelle terrazze. Qui potrete assaggiare le tipiche Mezes (deliziosi aperitivi turchi) e bere un buon bicchiere di Raki, il liquore dal sapore di anice.

Asmalımescit

Dal Passage Tünel si apre un mondo: infatti dal piccolo ingresso si dipana una rete labirintica di stradine  che attraversano Asmalımescit e portano al quartiere di Tepebaşı: vi attendono bancherelle, gallerie, originali negozi di artigianato di tendenza, taverne e caffè.

In pochi anni questa zona è diventaa uno dei fulcri della vita notturna di Istanbul. Pub con tavolini all’aperto, lounge bar e caffè dalla vista eccezionale come l’Up Lounge dalla cui terazza si può godere una fantastica vista sul Bosforo.

Perderete sicuramente l’orientamento ma vale la pena perdersi in questo bellissimo quartiere di Beyoğlu.

Petit-Champs

Di gran moda agli inizi del XX secolo questa era la zona dove sorsero gli hotel di lusso, eleganti e raffinati. Se volete respirare un’aria d’altri tempi, di star del cinema e di romanzi questo è il posto giusto per voi.

Mappa

Alloggi Beyoğlu

Cerchi un alloggio in zona Beyoğlu?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Beyoğlu
Mostrami i prezzi