Galata

L'ex quartiere genovese di Galata rappresentava il cuore finanziario della città.

Su questa collina che domina lo stretto del Corno D’Oro e che si affaccia sulla città vecchia, si stabilirono i coloni della Repubblica di Genova dopo l’alleanza con i bizantini: sorse una vera città intorno alle chiese di San Domenico e di San Francesco con case in pietra e cinta muraria.

A difesa della cittadella venne costruita anche la Torre Galata attorno cui si sviluppò il centro del potere genovese, con le case patrizie e il palazzo del podestà.

I genovesi assistettero impassibili alla presa di Costantinopoli ad opera dei turchi e grazie a un trattato di resa ottennero non solo l’incolumità dei cittadini ma anche una certa autonomia.

Da allora Galata divenne una sorta di ghetto latino all’interno del quale si insediarono le ambasciate dei paesi cristiani e dove si svolgevano le trattative commerciali con l’Occidente. Qui si stabilirono banche e imprese a formare il cuore finanziario della città e le più potenti famiglie levantine, greche ed ebraiche fecero crescere istituti di credito, attività commerciali e si impegnarono nel restauro e nella conservazione del patrimonio architettonico del quartiere.

Consigli

Da vedere

Dove si trova

Vedi gli Hotel in questa zona
Alloggi Galata
Cerchi un alloggio in zona Galata?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Galata
Mostrami i prezzi
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 1 voti
Condividi