Ippodromo

L'ippodromo è stato costruito vicino la Moschea Blu e poteva ospitare fino a 100 mila persone.
Cerca Hotel, B&B e Appartamenti

L’Ippodromo di Istanbul, o Atmeydani, ha avuto un’importanza rilevante sin dai tempi di Bisanzio, grazie alle sue immense dimensioni, 400 m di lunghezza e 120 di larghezza, secondo solo al Circo Massimo di Roma.

Non solo era un luogo di divertimento ma qui si sfidavano le classi politiche per ottenere la guida della città: la squadra verde rappresentava il popolo e quella blu la classe dirigente.

Dal gioco molto spesso si passò alla guerra civile: la rivolta di Nika ad esempio mise a ferro e fuoco la città per 6 giorni, provocò l’incendio di Aya Sofya  e venne repressa dal generale Belisario con la morte di 30.000 insorti trucidati proprio nell’arena.

L’ippodromo è stato costruito vicino la Moschea Blu e poteva ospitare fino a 100 mila persone. Purtroppo, a causa della IV Crociata, quando Costantinopoli è stata saccheggiata, le opere di maggior valore dell’ippodromo sono andate perse.

Curiosità

Da vedere

Obelisco di Teodosio

Costruito dal faraone Thutmosi II 3500 anni fa,venne portato a Costantinopoli da Teodosio I.

I suoi geroglifici intessono le lodi del sovrano raffigurato insieme al dio Ammone nella parte alta, mentre alla sua base sono raffigurate la vita e le gesta del faraone.

Colonna serpentina

Anch’essa trafugata durante le campagne di conquiste, la colonna arriva dal tempio di Apollo a Delfi.
Rappresenta tre serpenti intrecciati le cui teste sono andate perdute nel tempo.

Obelisco murato

La sua provenienza è incerta e un tempo doveva essere ricoperto di lamine di bronzo fatte rimuovere da Costantino VII Porfirogenito.

Dove si trova

Attrazioni nei dintorni